Covid 19 - Le disposizioni in vigore

Logo Governo

Il 31 marzo 2022 è terminato lo stato di emergenza da Covid-19. Il decreto-legge n. 24 del 24 marzo 2022 e n. 68 del 16 giugno 2022 hanno introdotto nuove disposizioni per il graduale superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia.

Per maggiori informazioni sulle misure in vigore il Governo ha predisposto una sezione dedicata alle FAQ - Domande frequenti.

Utilizzo delle mascherine

Con ordinanza del Ministro della Salute del 29 settembre 2022 è stato prorogato fino al 31 ottobre 2022 l’uso obbligatorio dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie ai lavoratori, agli utenti e ai visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti

Non hanno l'obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie:

  • bambini di età inferiore ai sei anni;
  • persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina

Eliminazione del Green Pass

Cade l’obbligo di esibire il certificato verde. Fino al 31 dicembre 2022 rimane l'obbligo di esibire il Green pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali. L'accesso è consentito con ciclo vaccinale “primario” e tampone negativo oppure guarigione e tampone negativo oppure richiamo vaccinale (terza dose).

Sul sito del governo è possibile consultare la tabella sempre aggiornata delle attività consentite senza green pass, con green pass "base" e con green pass "rafforzato” in base anche alla fascia di colore della propria Regione.

Isolamento e quarantena

Le persone positive al Covid sono sottoposte alla misura dell’isolamento con divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora fino all'accertamento della guarigione.
Per i casi di positività persistente, si potrà interrompere l'isolamento dopo 14 giorni (non più 21) dal primo tampone positivo, a prescindere dall'effettuazione del test.
Per i casi che sono sempre stati asintomatici, o che risultano asintomatici da almeno 2 giorni, l'isolamento potrà terminare dopo 5 giorni (non più 7) con test negativo; in caso contrario si dovrà restare ancora in isolamento fino al nuovo test.

Ai contatti stretti di casi confermati Covid è applicato il regime dell'autosorveglianza, che consiste nell'obbligo di indossare mascherine FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo all'ultimo contatto stretto e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare alla prima comparsa dei sintomi che, in caso di risultato negativo, deve essere ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Norme per la scuola

A seguito di circolare del Ministero dell'Istruzione del 19/08/2022, per l'anno scolastico 2022/2023 cadono gli obblighi di indossare le mascherine a scuola e di misurazione della temperatura all'ingresso dei plessi scolastici. Restano in vigore l'igienizzazione delle mani, la sanificazione dei locali e l'indicazione di cambiare spesso l'aria aprendo le finestre.
Non è più prevista la didattica a distanza e, in caso di positività, il rientro a scuola potrà avvenire a seguito di test negativo.
In caso di aumento dei contagi sarà valutato il ritorno al distanziamento, all'obbligo della mascherina e ai turni in mensa.