Fondo per la filiera della ristorazione

Cibo

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 27 ottobre 2020 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali: Criteri e modalità di gestione del Fondo per la filiera della ristorazione.

Si tratta di un contributo a fondo perduto, di importo compreso tra 1.000 e 10mila euro, concesso per gli acquisti di prodotti agroalimentari, inclusi prodotti vitivinicoli, della pesca e dell'acquacoltura, anche DOP e IGP, che valorizzino la materia prima di territorio. Deve trattarsi, cioè di prodotti acquistati attraverso il canale della vendita diretta, oppure ottenuti da una filiera integralmente nazionale, dalla materia prima al prodotto finito.

La legge di conversione ha inoltre ampliato la platea dei beneficiari dei contributi a fondo perduto, che potranno essere richiesti non solo dai ristoranti, ma anche da agriturismi, mense, catering per eventi e alberghi.