Il “Cencio” del Palio di Fucecchio verrà realizzato da Tommaso Andreini

L'emergente artista senese ha dipinto il Palio di Siena del 2016

Un momento della presentazione

Sarà Tommaso Andreini a dipingere il “Cencio” del Palio di Fucecchio 2019. L’artista senese, con il proprio studio a due passi da Piazza del Campo, è un profondo conoscitore dell’essenza del Palio e di tutto ciò che gli ruota intorno. Oltre ad essere apprezzato nell’ambiente dell’arte contemporanea per il suo indiscusso talento che l’ha portato ad esporre in varie città in Italia e all’estero, Andreini è molto apprezzato in ambiente paliesco. Ha contribuito ad arricchire con restauri ed opere di vario genere il patrimonio di numerose Contrade del Palio di Siena, oltre a realizzare vari Drappelloni per i principali Palii d’Italia. Ma è nel 2016 che ha raggiunto l’apice ricevendo l’importantissimo incarico di dipingere il Palio di Siena del 2 Luglio, vinto dalla Contrada della Lupa.

Andreini è stato presentato sabato 27 aprile ai contradaioli di Fucecchio intervenuti numerosissimi al Gran Galà dei Musici e degli Sbandieratori in Piazza Vittorio Veneto. Si è trattato di una presentazione particolarmente originale visto che si è svolta a metà della manifestazione, all’interno di una grande cornice di pubblico e in un contesto particolarmente suggestivo per la presenza di tanti figuranti con i costumi storici del Palio.

Quando sono stato contattato dall’assessore al Palio di Fucecchio - racconta Andreini - sono rimasto particolarmente lusingato perché conosco molto bene la realtà fucecchiese e so quanto i contradaioli tengano alla loro bellissima manifestazione. Del tema che mi è stato assegnato dall’assessore, che purtroppo non posso ancora svelare, sono veramente entusiasta tanto che mi sono messo subito a lavoro per rappresentarlo secondo quella che è la mia visione dell’arte.

Il tema del “Cencio” che sarà dipinto da Andreini verrà svelato soltanto al momento della presentazione del “Cencio” stesso, come vuole la tradizione. L’attesa quindi proseguirà fino a martedì 14 maggio quando l’opera realizzata dall’artista senese sfilerà in Piazza Vittorio Veneto per raggiungere la scalinata della Collegiata di San Giovanni Battista.