Rilascio della Certificazione verde COVID-19 (Green pass)

Green pass

Il Green pass è una certificazione digitale e stampabile che contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato. In Italia viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

  • essersi sottoposti a vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale);
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore;
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

La Certificazione è valida come EU digital COVID certificate per viaggiare da e per tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen.

Quando è obbligatorio il Green pass

Secondo le vigenti normative, è necessario essere in possesso del Green pass per:

  • aerei;
  • navi e traghetti per il trasporto interregionale (esclusi i collegamenti nello Stretto di Messina);
  • treni di tipo Intercity e Alta Velocità;
  • autobus per il trasporto interregionale;
  • autobus per servizi di noleggio con conducente;
  • personale scolastico (docenti, impiegati, collaboratori, dirigenti), personale universitario e di AFAM (docente e tecnico amministrativo);
  • studenti universitari e dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica;
  • chiunque accede alle strutture scolastiche e universitarie a qualunque titolo (come genitori, addetti a mense e pulizie);
  • servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici.

Dal 15 ottobre 2021 il Green pass sarà necessario anche per:

  • tutti i lavoratori del settore pubblico;
  • tutti i lavoratori del settore privato;
  • chiunque svolga attività lavorativa, formazione o volontariato presso la pubblica amministrazione o presso datori di lavoro privati.

Come ottenere la Certificazione verde COVID-19

Il Ministero della Salute rilascia la Certificazione sulla base dei dati trasmessi dalle Regioni e Province Autonome relativi alla vaccinazione, alla negatività al test o alla guarigione dal COVID-19. La Certificazione è emessa in formato digitale ed è possibile stamparla dopo aver ricevuto per mail o sms il relativo AuthCode. 

Per chi non avesse ricevuto o avesse smarrito l'AuthCode, è possibile recuperarlo dal sito www.dgc.gov.it/spa/public/reqauth con tessera sanitaria e data dell'evento (vaccinazione, guarigione o tampone negativo).

E' possibile visualizzare, scaricare e stampare la Certificazione attraverso le seguenti piattaforme digitali:

  • sito internet dedicato www.dgc.gov.it, tramite tessera sanitaria o identità digitale (SPID, CIE)
  • dal proprio fascicolo sanitario elettronico
  • attraverso l'app Immuni
  • attraverso l'app IO
  • in alternativa è possibile rivolgersi al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta o in farmacia 

Esenzioni

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica alle seguenti categorie di persone:

  • bambini sotto i 12 anni, esclusi per età dalla campagna vaccinale;
  • soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica. 

Validità della Certificazione verde COVID-19

In caso di vaccinazione:
  • per la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la Certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione ed avrà validità fino alla dose successiva;
  • per la seconda dose o dose unica per pregressa infezione, la Certificazione sarà generata entro un paio di giorni ed avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi) dalla data di somministrazione;
  • per vaccini monodose, la Certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione ed avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi).
In caso di tampone negativo:
  • la Certificazione sarà generata in poche ore ed avrà validità per 48 ore dall’ora del prelievo.
In caso di guarigione dal COVID-19:
  • la Certificazione sarà generata entro il giorno seguente ed avrà validità per 180 giorni (6 mesi).

Maggiori informazioni e FAQ su https://www.dgc.gov.it/web/.