Approvato il regolamento dell'agriturismo in Toscana

Casale campagna

E’ stato approvato il regolamento dell’agriturismo in Toscana. Un percorso che ha prodotto diverse novità per gli agriturismi e che apre a nuove opportunità di lavoro.

Ecco le principali novità:

  • le attività riferite al mondo rurale si potranno realizzare su tutto il territorio regionale e non solo nel comune di riferimento dell’agriturismo o nei comuni limitrofi (ad esempio le attività didattiche, culturali, tradizionali, di turismo religioso e culturale, ricreative, di pratica sportiva, di escursionismo e ippoturismo);
  • si semplifica la realizzazione dei servizi igienici e degli impianti sportivi ex novo rinviando solo alle regole urbanistiche del comune di riferimento;
  • l’attività di somministrazione pasti, degustazione e assaggi ed eventi promozionali si potrà svolgere anche in spazi aperti, oppure con asporto e consegna a domicilio;
  • potranno essere utilizzati i monolocali negli immobili esistenti che non necessitano di ristrutturazioni;
  • nelle camere potranno essere allestite cucine monoblocco senza fiamma libera;
  • viene ridisclipinata l’agrisosta camper gratuita per 24 ore, che consente alle aziende di inserirsi nei circuiti amatoriali di ospitalità dei camperisti;
  • per gli agricampeggi potranno essere utilizzate tende, camper, roulotte e case mobili con meccanismi di rotazione in funzione, allestite dagli imprenditori in numero massimo di 12 per agricampeggio e di superficie complessiva chiusa di 70 metri quadrati e di 110 metri quadrati se comprensiva di verande e accessori, dotate internamente di servizi igienico-sanitari e di cucina.