Nuove regole per l'accesso alle strutture sanitarie

Medico in ospedale

Con nuova direttiva della Direzione sanità, welfare e coesione sociale, partire dal 29 dicembre 2021 l’accesso ai presidi ospedalieri e alle strutture sanitarie da parte di visitatori e parenti è vietato, salvo situazioni di particolare fragilità (debitamente vagliate e autorizzate). L’accesso, qualora autorizzato, potrà essere concesso solo chi è in possesso del Green Pass "rafforzato” oppure “base” più una certificazione che attesti l’esito negativo di un tampone antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti. Le stesse strutture dovranno attivarsi per garantire una comunicazione efficace e tempestiva a familiari e caregiver indicati dal paziente.

La circolare della direzione sanità conferma il divieto per gli accompagnatori dei pazienti di rimanere nelle sale di attesa dei dipartimenti di emergenza e di accettazione e dei Pronto soccorso, salvo specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto. E si conferma l’obbligo di sottoporre i degenti a test molecolare per SARS-CoV-2 al momento dell’accesso alle strutture e ogni 7 giorni, indipendentemente dallo stato di vaccinazione.

Maggiori informazioni alla pagina dedicata.