Rsa, visite possibili con Certificazione verde

Mani anziano

L'Ordinanza regionale n.52 del 19 maggio 2021 stabilisce le modalità con cui, dal 20 maggio, sono di nuovo possibili le visite nelle Rsa della Toscana.
Per effettuarle, parenti e amici di un ospite dovranno presentare la "Certificazione verde COVID-19" e, in attesa di questo, essere in possesso di una delle condizioni per il suo rilascio, ovvero avvenuta vaccinazione, guarigione dal Covid o tampone negativo entro le precedenti 48 ore

L’Ordinanza regionale recepisce l'analogo provvedimento emanato dal Governo ma, rispetto alle linee guida nazionali, prevede misure più restrittive qualora vi fossero casi di positività tra gli ospiti o il personale della struttura o in caso di "zona rossa" nel comune in cui è ubicata o nei comuni di provenienza dei familiari/visitatori o dei comuni dove è destinato l’utente in uscita programmata, casi in cui le visite saranno sospese.

L’Ordinanza regionale indica inoltre, sulla scia di quella nazionale, tutte le misure che devono essere adottate sotto il profilo igienico e logistico per la sicurezza degli ospiti, dei visitatori e degli operatori. La struttura dovrà garantire una programmazione degli accessi dei familiari lungo l'arco della giornata, con modalità atte ad evitare assembramenti e che, di norma, non prevedono più di due visitatori per ospite. Il contatto fisico con l'ospite potrà avvenire invece "in particolari condizioni di esigenze relazionali e affettive".